Una storia completa della Xerox

Xerox, per esteso Xerox Corporation, grande società americana che è stata un pioniere nella tecnologia dell’ufficio, in particolare essendo la prima a produrre fotocopiatrici xerografiche a carta comune. La sede centrale è a Norwalk, Connecticut.

https://bussola-pro.com/731628/link-point-srl

L’azienda è stata fondata nel 1906 come Haloid Company, un produttore e distributore di carta fotografica. Nel 1947 l’azienda ottenne i diritti commerciali della xerografia, un processo di imaging inventato da Chester Carlson (vedi anche elettrofotografia). Rinominata Haloid Xerox Company nel 1958, l’azienda introdusse la copiatrice xerografica 914 nel 1959. Il processo, che faceva copie fotografiche su carta semplice e non patinata, era noto da tempo, ma questa fu la sua prima applicazione commerciale. Il prodotto ha portato così tanto successo e riconoscimento del nome che l’azienda ha condotto una campagna continua per evitare che il marchio Xerox diventasse un termine generico. L’azienda cambiò il suo nome in Xerox Corporation nel 1961.

Dopo il successo della sua prima fotocopiatrice, la Xerox si espanse in altri prodotti di informazione e attività editoriali e fondò il PARC, un laboratorio di ricerca a Palo Alto, California, nel 1970. Pur rimanendo un importante produttore di reprografia, l’azienda ha continuato a sviluppare macchine per l’elaborazione di testi nel 1974, stampanti laser nel 1977 ed Ethernet, una rete di comunicazione per ufficio, nel 1979. Xerox vendette le sue aziende editoriali nel 1985. Le linee di prodotti dell’azienda includevano fotocopiatrici, stampanti, macchine da stampa digitale e il software e il supporto dei sistemi necessari per la produzione di documenti. Negli anni ’90 Xerox sviluppò le fotocopiatrici digitali.

L’azienda ha ricevuto nel 2003 il premio IEEE Corporate Innovation Recognition, un’onorificenza presentata dall’Institute of Electrical and Electronics Engineers, Inc. alle entità industriali, governative, accademiche o aziendali per lo sviluppo di prodotti o concetti eccezionali che fanno progredire l’elettrotecnologia; Xerox ha ricevuto il premio per la sua linea di prodotti DocuTech, che combinava le risorse di copiatrici e computer per consentire la trasmissione digitale e l’archiviazione di documenti da stampare attraverso una singola macchina, creando così l’industria del print-on-demand (POD). Xerox ha depositato un brevetto nel 2006 per la “carta cancellabile” fotosensibile, che produceva stampe con immagini che duravano solo un giorno, permettendo così il riutilizzo continuo della carta. L’azienda ha acquisito la società di vendita e servizi tecnologici Global Imaging Systems (GIS) nel 2007. Lo stesso anno, Xerox ha ricevuto la U.S. National Medal of Technology (ora National Medal of Technology and Innovation), la più alta onorificenza assegnata dal presidente ai principali innovatori del paese.

La maggior parte delle innovazioni del XXI secolo dell’azienda si è verificata sotto la guida di Anne Mulcahy, che nel 2001 è diventata il primo amministratore delegato donna di Xerox e, l’anno successivo, il primo presidente donna. Al suo pensionamento nel 2009, Mulcahy ha scelto il presidente della società Ursula Burns come suo successore. La nomina di Burns ha segnato non solo la prima volta che una donna afroamericana ha guidato una società di tali dimensioni, ma anche la prima volta che un amministratore delegato donna ha sostituito un altro in una società Fortune 500.

Il mandato di Burns è iniziato quando Xerox ha affrontato il declino delle entrate, e lei ha cercato di trasformare la società. A tal fine, ha supervisionato l’acquisizione di Xerox del 2010 di Affiliated Computer Services (ACS), che era coinvolta nell’outsourcing dei servizi aziendali. La transazione rifletteva una tendenza crescente tra le aziende tecnologiche a concentrarsi sui servizi piuttosto che sui prodotti. Tuttavia, questa mossa, così come altre, non è riuscita a invertire le perdite di Xerox. Nel 2017 ha scorporato ACS e altre partecipazioni di servizi per formare la società indipendente Conduent. Quell’anno ha anche visto Jeff Jacobson succedere a Burns come CEO.

Di fronte al suo continuo declino all’interno dell’industria tecnologica, Xerox ha annunciato nel gennaio 2018 che sarebbe stata acquisita da Fujifilm in un accordo valutato a più di 6 miliardi di dollari. Le due società avevano una relazione commerciale permanente, avendo creato la joint venture Fuji Xerox nel 1962. Ci si aspettava che la società appena creata mantenesse quel nome e fosse una sussidiaria di Fujifilm. La fusione proposta, tuttavia, fu fortemente contrastata da due dei maggiori azionisti della Xerox, Carl Icahn e Darwin Deason, entrambi i quali credevano che la Xerox fosse stata sottovalutata nell’affare. Hanno intentato una causa, e in maggio Xerox ha annunciato che stava annullando la fusione. Furono anche annunciati vari cambiamenti nel personale, compresa la partenza di Jacobson come CEO.